top of page

Maserati Indy: icona di sportività e lusso nel panorama automobilistico

La storia di Maserati è intrisa di passione, performance e un raffinato connubio tra sportività e lusso. Dopo gli anni iniziali in cui si focalizzava sulle auto da corsa, Maserati, sotto la gestione Orsi nel dopoguerra, ha sorprendentemente ampliato la sua gamma, abbracciando il mercato delle granturismo stradali. Tra le gemme di questa trasformazione, spiccano la Ghibli, la Quattroporte, la Mexico e, soprattutto, la leggendaria Maserati Indy.


La Maserati Indy è stata prodotta tra il 1969 ed il 1975 in sostituzione della Mexico o, come Maserati dichiarò, per colmare il divario tra quest’ultima e la Ghibli. Il progetto, denominato inizialmente "Alfieri Maserati 116", ha visto la luce grazie al talento della Carrozzeria Vignale.


Maserati Indy color rame
Maserati Indy

© Courtesy Maserati Press Office



Un viaggio nella storia della Maserati Indy


La Maserati Indy, prodotta tra il 1969 ed il 1975, è originariamente nata per sostituire la Maserati Mexico, ma ,in realtà, aveva come scopo quello di colmare il divario tra quest'ultima e la già celebre Ghibli. Il progetto, inizialmente noto come "Alfieri Maserati 116", è stato un autentico capolavoro di ingegneria e design, un connubio perfetto di prestazioni ed estetica. La realizzazione è stata affidata alla prestigiosa Carrozzeria Vignale, un'eccellenza nel mondo della progettazione automobilistica. Alla guida di questo progetto il capo designer Virginio Vairo, affiancato dal suo vice Elio Mainardi. Questa squadra di menti brillanti ha lavorato in sinergia per portare alla luce un'icona automobilistica destinata a lasciare un'impronta indelebile nella storia delle granturismo.


Il design della Maserati Indy è un'ode all'avanguardia pura e all'innovazione. La linea a cuneo, caratterizzata da fari a scomparsa e ampie superfici vetrate, non solo ha segnato un punto di rottura con il passato, ma ha anche conferito alla vettura un'eleganza futuristica senza tempo, facendo invecchiare la sua predecessora di almeno dieci anni.


Il nome "Indy" scelto per la vettura non è casuale, ma è un omaggio doveroso alle vittorie della Maserati alla 500 miglia di Indianapolis negli anni 1939 e 1940, con il pilota Wilbur Shaw al volante. Questo nome non solo sottolinea la tradizione vincente della casa automobilistica, ma incarna anche la filosofia di realizzare automobili che coniugano perfettamente prestazioni da corsa con lusso e comfort.


Maserati Indy nera
Maserati Indy

© Courtesy Maserati Press Office



Prestazioni e stile senza confini


Il cuore pulsante della Maserati Indy è rappresentato dal suo motore V8 da 4.2 litri, da 260 cavalli, che catapultano l'auto a una strabiliante velocità di 250 km/h. Questa performance ha lasciato un'impronta indelebile nel panorama automobilistico dell'epoca, infatti, nel luglio del 1968, una Maserati Indy si è avventurata in un viaggio dalla sede di Modena alla Svizzera, confermando la sua eccezionale potenza e raffinatezza.


La Maserati Indy è stata una pioniera nell'unire sportività e comfort. Con interni rifiniti in pelle di altissima qualità, la vettura offriva spazio e comodità per quattro persone. Dotata di optional come sedili in pelle, lunotto termico, sedili reclinabili e volante regolabile, la Maserati Indy è una celebrazione della sintesi tra prestazioni da corsa e l'eleganza del lusso.


La sua produzione è giunta al termine nel 1975, ma il suo impatto e la sua eredità perdurano ancora oggi. Con un totale di 1104 unità prodotte, la Maserati Indy ha lasciato un segno indelebile nel cuore degli appassionati di auto d'epoca. Guidare una di queste icone è stata un'esperienza privilegiata, un viaggio nel tempo che ha catturato l'anima di coloro che hanno avuto il privilegio di sedersi al volante.


Maserati Indy blu vista di fronte
Maserati Indy

© Courtesy Maserati Press Office



CARATTERISTICHE TECNICHE:


Marca: Maserati Modello: Indy Motore: 4.9 (320 CV) Inizio anno di produzione: 1972 Tipo di carburante: benzina Potenza: 320 CV

bottom of page