top of page

Chagall: il colore dei sogni

L'intera opera di Marc Chagall è un affascinante viaggio in un mondo onirico e fantastico, un universo straordinario che ha ispirato generazioni di artisti. Oggi, in un'emozionante esposizione intitolata "Chagall. Il colore dei sogni," curata da Elisabetta Barisoni e ideata dalla Fondazione Musei Civici di Venezia, i visitatori hanno l'opportunità di immergersi nell'universo magico di questo maestro russo e scoprire come il suo lavoro abbia influenzato molti altri artisti.


L'opera centrale di questa straordinaria mostra è il celebre "Rabbino di Vitebsk," un vero pezzo forte della Galleria Internazionale d'Arte Moderna di Ca' Pesaro. Questo capolavoro incarna perfettamente il portato rivoluzionario dell'arte di Chagall, in cui la pittura si fonde con il sogno e la fantasia. Le pennellate vibranti, i colori audaci e le figure eteree trasportano lo spettatore in un mondo parallelo di meraviglia e mistero. Questo è solo l'inizio del viaggio in cui si scoprirà come Chagall abbia influenzato diversi movimenti artistici del Novecento.



Il celebre dipinto di Carlo Hollesch intitolato "Alla Luna"
Carlo Hollesch: Alla luna, 1949, olio su faesite, 79x109,5cm - Ca’ Pesaro – Galleria Internazionale d’Arte Moderna

Chagall: un rivoluzionario dell'arte del '900


L'esposizione "Chagall. Il colore dei sogni" è articolata in sei sezioni distintive, ognuna delle quali esplora un aspetto diverso dell'arte di Chagall e come abbia influenzato il panorama artistico del XX secolo. Si comincia dalla sezione sul simbolismo che rivela la profonda connessione tra l'immaginazione di Chagall e l'interpretazione dei simboli, fino al cubismo, in cui il suo stile unico ha trovato un terreno fertile per l'evoluzione artistica. Il surrealismo, invece, mette in evidenza l'abilità di Chagall nel creare opere che sfidano le leggi della realtà, aprendo la porta a nuove visioni del mondo.



Il celebre dipinto "Il rabbino di Vitebsk" di Marc Chagall
Marc Chagall: Rabbino n.2 o Rabbino di Vitebsk, 1914-22, olio su tela, 104x84cm - Ca’ Pesaro – Galleria Internazionale d’Arte Moderna


Un altro tema che l'esposizione affronta con sensibilità è il dramma dell'esilio di molti artisti europei costretti a lasciare il loro continente negli anni Trenta. Chagall stesso ha attraversato questo periodo tumultuoso, portando con sé il suo spirito creativo e la sua capacità di trasformare l'esperienza dell'esilio in opere d'arte commoventi e profonde.


Un aspetto notevole dell'arte di Chagall è la sua interpretazione delle tematiche religiose. L'esposizione offre un ampio spazio per esplorare quest'aspetto della sua opera, mostrando come abbia abbracciato la fede e la spiritualità attraverso i suoi pennelli, creando opere che ispirano riflessioni profonde sulla religione e la vita. La mostra culmina in un'esplosione di fantasia con il progetto grafico di Chagall basato sulle "Favole" di La Fontaine. Questa sezione offre una visione straordinaria del mondo fiabesco di Chagall, un mondo in cui gli animali parlano e le storie prendono vita attraverso le sue affascinanti illustrazioni.




Il dipinto "Tiberiade" opera di Georges Rouault
Georges Rouault: Tiberiade, 1948, olio su tavole, 39x63cm.. Ca’ Pesaro – Galleria Internazionale d’Arte Moderna


Il mondo di Chagall


"Chagall. Il colore dei sogni" è un'esperienza artistica eccezionale che permette ai visitatori di immergersi nelle profondità del mondo di Chagall e di scoprire come il suo lavoro abbia influenzato l'arte del Novecento in molteplici modi. Questa mostra è un'opportunità unica per abbracciare la bellezza, la magia e la fantasia che permeano l'opera di Marc Chagall, un artista il cui impatto dura nel tempo, continuando a ispirare e affascinare il mondo dell'arte. Non perdete l'occasione di fare un viaggio nel mondo dei sogni e della creatività con uno dei maestri indiscussi dell'arte del Novecento.



Informazioni e durata:


30 settembre 2023 - 13 febbraio 2024

Centro Culturale Candiani

Mestre - Piazzale Candiani, 7

+39 041 42730892

prenotazionivenezia@coopculture.it




Comments


bottom of page